Saturday, 20 April 2013

Commento: Once and Always / Sarà per sempre


Autore: Judith McNaught
Titolo Originale: Once and Always
Titolo Italiano: Sarà per Sempre
Anno Pubblicazione: 1986

Genere: Romance
Ambientazione: Inghilterra, Regency
Serie: 1° della serie Sequels



Giudizio:  10+/10






Dato per appurato che la McNaught è una delle mie scrittrici preferite in generale e non solo del genere, questo romanzo, che peraltro è il primo che ho acquistato dell'autrice, è uno tra i migliori che ho avuto il piacere di leggere.



Victoria Seaton e sua sorella Dorothy sono le figlie della ripudiata nipote dell'inglese duchessa di Claremont e di un medico irlandese; nate e felicemente cresciute in America, vengono colpite dalla disgrazia di perdere entrambi i genitori in un incidente.

Rimaste sole vengono aiutate da un amico di famiglia che, troppo vecchio per occuparsi di loro, decide di scrive alle persone che la madre delle due ragazze nomina in punto di morte: sua nonna, la duchessa di Claremont e Charles Fielding, duca di Atherton (una vecchia amicizia e non solo); spera infatti che uno di loro possa accogliere le povere ragazze.
La risposta non tarda ad arrivare: la duchessa avrebbe accolto con sé la bella, dolce e remissiva diciassettenne Dorothy, senza però volerne sapere niente dell'altra sorella, troppo somigliante alla madre.

Victoria è una ragazza vivace, intelligente, compassionevole (spesso aveva assistito il padre con i suoi pazienti), coraggiosa e divertente;  durante la sua adolescenza ha sviluppato un forte attaccamento verso il giovane Andrews, che spera di sposare e che ora è in viaggio nel vecchio continente.
Non potendo però aspettare da sola il suo ritorno, le due sorelle Seaton, tristi per la forzata lontananza che le attende in Europa, partono per l'Inghilterra.
Vittoria viene accolta dall'amorevole e anziano duca Fielding che l'accetta ben volentieri con sé, ricordano gli anni passati che l'avevano legato alla compianta madre di lei; ciò che non palesa però, è il piano che ha in serbo per la bella Vittoria e suo nipote (che nipote non è) Jason Fielding, marchese di Wakefield.

Jason è un uomo con un passato dolorosissimo alle spalle, ha sofferto e soffre tuttora una perdita lancinante e tormentosa; ma i suoi mali non si limitano ad un passato recente, sono infatti radicati anche nella sua infanzia.
Segnato e modellato dai suoi trascorsi è duro, orgolioso, diffidente e testardo ma dietro il suo carattere spigoloso nasconde (bene) anche un animo fragile, insicuro e quindi possessivo.
L'imposizione della compagnia di Victoria, inizialmente sarà mal voluta dal marchese che non brillerà per gentilezza; quando però impareranno a conoscersi, Jason cercherà di smussare il suo carattere, spesso facendo diversi danni e i risvolti nella loro relazione saranno inaspettati (più per loro che per noi).




Judith McNaught che non perde mai un colpo, con questo romanzo, ringraziando il cielo, ha straziato di meno il mio cuore rispetto a quello che ha fatto con Almost Heaven.
E' bellissimo, perfetto, con tempi giusti, dialoghi giusti, personaggi giusti; come ho già detto in altri commenti, Victoria è uno dei miei personaggi femminili preferiti (insieme a Beatrice di Ritratto di donna in cremisi, Emma di Splendid e Penelope di Romancing mister Bridgerton).


Buona lettura!

M.E.G.






Serie Sequels: 1. Sarà per sempre (Jason, Victoria)
                          2. Qualcosa di meraviglioso (Jordan, Alexandra)
                          3. Occhi verdi (Ian, Elizabeth)





No comments:

Post a Comment