Friday, 21 June 2013

Commento: The Enchanted Land


Autore: Jude Deveraux
Titolo Originale: The Enchanted Land
Titolo Italiano:  (non disponibile)
Anno Pubblicazione: 1978
Genere: Romance
Ambientazione: America
Serie: ---

Giudizio:  9 ½
 

 

The story of a woman
who could not be conquered,
a love than was never forsaken,
and a land that will not be forgotten.
La storia di una donna
che non poteva essere conquistata,
di un amore che non è mai stato abbandonato
e di una terra che non sarà mai dimenticata.


Questo è il primo libro che leggo di quest’autrice dopo il racconto Just Curious: l’ho adorato.



Per la bella Morgan Wakefield, la terra incantata è il ranch in New Mexico che il padre le ha lasciato. Ma l'unico modo che ha per ereditarlo è vivere lì un anno intero con un marito. Così Morgan propone un matrimonio di convenienza a Seth Colter, un bell'uomo che ha appena conosciuto. Ma i due dovranno affrontare numerose prove e cospirazioni, dovranno combattere per riuscire ad ottenere un futuro insieme.


La trama è articolata, non banale e devo dire che in un momento ho dubitato che il libro potesse avere un finale felice (stessa cosa mi è successa con Ritratto di Donna in Cremisi e con Whitney, My Love). Nella storia c’è di tutto: indiani, banditi, cercatori d’oro, ricchi proprietari terrieri, prostitute, etc. etc. Ci sono momenti in cui lui vuole lei, ma lei non corrisponde e viceversa, ci sono momenti in cui i protagonisti si odiano e ci sono momenti in cui vorrebbero stare insieme, ma non possono: Insomma, ci sono risvolti per tutti i gusti.

Devo dire che sono arrivata alla fine e non mi sono resa conto, tanto ero concentrata sulla storia (leggendo su kindle è una cosa possibilissima). Il finale è molto bello: non troppo sdolcinato, non racconta troppo del “dopo”, è una specie di “vissero felici e contenti” senza specificazioni molto apprezzabile.  Non c’è epilogo.

I personaggi mi sono piaciuti molto: Morgan è una ragazza che sa quello che vuole ed è disposta a tutto per ottenerlo, Seth è l’erede di un proprietario terriero, che ha anche una proprietà in New Mexico che, guarda caso, è proprio quello che serve a lei per ottenere indipendenza e libertà (beate le protagoniste di romanzi rosa che trovano la soluzione dei loro problemi in uomini belli, affascinanti, ricchi e innamorati!). Mi piace il fatto che entrambi non siano personaggi “perfetti” (mi ripeto sempre lo so, ma lo apprezzo veramente): lui è geloso, lei è testarda e da queste due loro caratteristiche nascono la maggior parte dei loro problemi.

Anche i personaggi secondari sono importanti in questa storia, chi più chi meno, e la rendono ancora più complessa.

Mi è piaciuto il “cambio di location”: è il primo libro che leggo che è interamente ambientato in America. Il cambio di ambientazione ha portato anche ad un cambio di società e di usi e costumi: Siamo molto lontani da Londra, qui tutto è molto meno soggetto all’etichetta, molto più rilassato, tanto da far perdere a volte nella lettura la concezione del tempo.

Non per questo il libro ha perso, anzi.

Una particolarità della Deveraux è il modo di scrivere in questo libro: è puntuale, non fluida, quindi all’inizio mi ha lasciato un po’ disorientata (il libro che avevo appena finito di leggere era Someone to WatchOver Me di Lisa Kleypas). Devo dire che questo è il primo libro da lei pubblicato e magari con il tempo è cambiata, perché ho trovato Just Curious molto più scorrevole.

Per riassumere, lo consiglio a tutti perché è stata veramente una lettura piacevole, l’autrice sta velocemente diventando una delle mie preferite, anche se Judith McNaught rimane in testa alla classifica!

J.J.P.

No comments:

Post a Comment