Monday, 10 June 2013

Commento: Fidanzati per Finta (Serie Waite)


Autore: Mary Balogh
Titolo Originale: A counterfeit betrothal
Titolo Italiano: Fidanzati per finta
Anno Pubblicazione: 1992 

Genere: Romance
Ambientazione: Inghilterra
Serie: Serie Waite 2/3     

Giudizio:  7/10


Il conte e la contessa di Clifton vivono separati ormai da molti anni, ma decidono di rincontrarsi per il fidanzamento della figlia Sophia, unione da loro non approvata.
Non sanno però che il finto fidanzamento con Lord Francis Sutton è stato organizzato da Sophia stessa per farli riconciliare…



L’ho preferito sicuramente al primo della serie.
La traduzione, per prima cosa, è migliore: Una scrittura assolutamente più scorrevole e frizzante della precedente.
Per quanto, di nuovo, abbiamo un finto fidanzamento (a furia di finti fidanzamenti mi sto ripetendo anche io!) questa volta la storia che gira attorno è diversa, intricata e particolare. Rivedo un po’ dei Bedwyn finalmente!
Mi è piaciuto; ho apprezzato i personaggi, ben caratterizzati e differenti tra loro e dai soliti protagonisti dei romanzi. Sofia e Francis sono in assoluto i miei personaggi preferiti (di questo romanzo), li ho adorati! Litigano sempre, ma in fondo si vogliono un gran bene! Sono stati molto divertenti!

Ho trovato interessante il rapporto tra i genitori di lei, anche se c’è stata qualche forzatura e alcune scelte dei personaggi che non ho condiviso (ci sta, però).

Una cosa che sto notando negli ultimi romanzi che ho letto è il fatto che all’interno dello stesso racconto, si sviluppando più relazioni; trovo questa scelta molto arguta perché rende la vicenda più articolata e interessante. Leggendo romanzi rosa, sappiamo bene che le storie vanno a finire tutte più o meno allo stesso modo e quindi ogni volta è importante notare i particolari, quelle piccole sfumature che rendono ogni racconto diverso dall’altro.

Questa è la trilogia di Waite e stavolta di lui nemmeno l’ombra, non è citato affatto. Viene però introdotta Lady Mornington,che qui fa la parte infelice dell’ ”amante” e che sarà poi la protagonista dell’ultimo capitolo della trilogia, quello che chiuderà il cerchio e dove finalmente troveremo di nuovo Waite, ma sto divagando.

Fatto sta che questa trilogia Waite poteva essere chiamata in un altro modo, secondo me.

J.J.P.

No comments:

Post a Comment