Saturday, 8 June 2013

Commento: Once Upon A Winter's Eve (serie Spindle Cove)


Autore: Tessa Dare
Titolo Originale: Once Upon A Winter's Eve
Titolo Italiano:  inedito in italia  
Anno di Pubblicazione: 2011
 
Genere: Romance
Ambientazione: Inghilterra (Spindle Cove), regency
Serie: 1,5° della serie Spindle Cove


Giudizio:  10/10




(To read the review in English click here)


Magnifico, appassionanete, commovente.

Un altro racconto breve della Dare, questa volta facente parte della fortunata serie Spindle Cove (che mi sta piacendo un casino).

Violet Winterbottom è figlia di un'ottima e ricca famiglia, possiede una considerevole dote ed è molto bella, avrebbe quindi tutte le carte in regola per avere uno corteo di pretendenti ed invece vive a Spindle Cove da un anno, che come tutti sanno, è la meta delle ragazze di buon nome ma che la società ha in qualche modo marchiato come "inadatte"; in realtà Violet vi si trova di sua spontanea inziativa: dopo aver subito il durissimo colpo di essere stata sedotta ed abbandonata, senza alcun riguardo, dal ragazzo che ha amato ed adorato per una vita, decide di voltare pagina e di rimettere insieme i pezzi, e decide di farlo nella particolare cittadina dell'Sussex (a sud di Londra, sulla Manica).

Durante un ballo, genere di contesto in cui abitualmente la giovane Winterbottom si posiziona in un angolo, tuttavia succede l'impensabile, un uomo ricoperto di sangue e con una profonda ferita sulla nuca irrompe nella sala e si butta ai piedi di Violet per poi svenire; quando poco dopo riprende i sensi, ormai accerchiato da una folla di increduli, tra cui Lord e Lady Rycliff (A night to surrender), è evidente che il malcapitato sia straniero che non parla una prola di inglese; grazie alle eccezionali doti da poliglotta di Violet, che padroneggia ben sei lingue, si riesce a risalire alla lingua madre bell'uomo, ovvero il bretone; si dà il caso che il periodo sia proprio quello della guerra napoleonica, motivo per cui avere un francese in casa potrebbe essere fonte di non pochi problemi.
L'uomo seppur malconcio, viene portato e segregato in una stanza e Violet ha il compito di scoprire il più possibile su di lui, il quale oltretutto, è evidente sin da subito, ha un debole per la giovane ragazza.
Il loro colloquio riserverà una marea di sorprese, per loro più che per noi, l'autrice non ci fa segreto di chi sia l'uomo: è Christian Pierce, il ragazzo che un anno prima ha spezzato il cuore di Violet; tutto sta a capire perché ora si spaccia per un'altra persona, perché parla bretone e perché sembrerebbe non capire una parola d'inglese...



Magnifico! C'è una scena in particolare che è superba (se non volete troppe anticipazioni, io vi consiglierei di non leggere...):

"I adored you. All my life, I adored you. I asked nothing of you. No promises, no courtship. I surrender my virtue. I gave you my trust. And you left me with a note. Twenty-six words!" [...] "I did hate you. I hated you for making me feel cheap and foolish. I hated you for making me feel so ashamed, and distance from my own family. And I hated myself for allowing it all to happen. But forget? How could I ever forget? You broke my heart in twenty-six pieces that day. But you know something? Over the past several month here in Spindle Cove, I've stitched those pieces back together" 

("Ti adoravo. Per tutta la mia vita ti ho adorato. Non ti ho chiesto niente; nessuna promessa, nessun corteggiamento. Ho abbandonato la mia virtù; ti ho dato la mia fiducia; e tu mi hai lasciato con una nota. Ventisei parole!" [...] "Ti ho odiato. Ti ho odiato per avermi fatto sentire scadente e stupida. Ti ho odiato per avermi fatto vergognare di me stessa e per avermi fatto sentire lontana dalla mia famiglia; e mi sono odiata per aver permesso che tutto questo avvenisse. Ma dimenticare? Come potrei mai dimenticare? Quel giorno mi hai spezzato il cuore in ventisei pezzi. Ma sai una cosa? Durante i mesi passati, qui, a Spindle Cove, ho rimesso insieme quei pezzi.")

Scusate l'espressione colorita, ma è proprio una con le palle; le sue parole sono perfette e la reazione di Christian è ancora meglio.


Insomma è assolutamente da leggere!


M.E.G.





Serie Spindle Cove: 1. A night to surrender (Susanna, Victor)
                                    1.5. Once upon a winter's eve (Violet, Christian)
                                    2. A week to be wicked (Minerva, Colin)
                                    3. A lady by midnight (Kate, Samuel)
                                    3.5. Beauty and the blacksmith (Diana, Aaron)
                                    4. Any duchess will do (Pauline, Griffin)                      


 

No comments:

Post a Comment