Thursday, 20 June 2013

Commento: A Rake's Vow / L'Amore di Vane (serie Cynster)



Autore: Stephanie Laurens
Titolo Originale: A Rake's Vow
Titolo Italiano: L'Amore di Vane
Anno di Pubblicazione: 1998
 
Genere: Romance
Ambientazione: Inghilterra, Regency
Serie: 2° della serie Cynster's Family


Giudizio: 5/10





Eh niente, continuo a provarci ma tanto il risultato mi pare sempre lo stesso:
1. questi Cynster sono noiosi, pomposi, ripetitivi, saccenti e autoreferenziali;
2. non mi piace lo stile della Laurens, per niente, lo trovo pedante, monotono e veramente poco innovativo.


Spencer "Vane" Cynster mentre viaggia alla volta di Northampton, viene colto da un acquazzone che gli rende impossibile continuare il percorso, fortuna vuole che si trovi nelle vicinanze di Bellamy Hall, la dimora della sua madrina Minnie.
Arrivato a destinazione, rimane colpito da una ragazza che si aggira nel giardino della casa con la sua gattina, decide così di approcciarla. La donna è la bella Patience Debbington, la nipote di Minni, la quale si dimostra da subito poco benevola nei suoi confornti, dal canto suo invece Vane prova un'istintiva attrazione.

A Bellamy Hall, al momento del suo arrivo, risiedono un cospicuo numero di ospiti e Vane si unisce a loro ma con l'idea di ripartire il prima possibile. Tuttavia Minni gli confida che da diverso tempo, nella casa, si verificano dei fatti strani: luci e rumori tra le rovine della chiesa medievale situata nella proprietà, piccoli furti e via dicendo; Vane, con somma gioia della madrina, decide quindi di rimanere ed indagare sul caso; può così cogliere l'occasione di conoscere meglio la reticente ma estremamente affascinante Patience.



Vane è uno dei sei Bar Cynster (e già questo appellativo mi lascia perplessa), ovvero i cugini Devil, Scandal, Vane, Demon, Gabriel, Lucifer; uno più convinto dell'altro a non sposarsi; sempre stessa storia degli altri romanzi: c'è un imporbabile mistero da risolvere ed è talmente poco misteriso che ti fa dubitare dell'intelligenza dei personaggi...
Per di più i Cynster, e a quanto pare Vane in particolar modo (che prima di leggere il suo libro mi stava più simpatico, ora lo trovo piuttosto insipido onestamente), passano il tempo ad autolodarsi dandosi, senza successo, un tono da belli e dannati: "ma io non sono un gentiluomo. Sono un Cynster, noi siamo dei conquistatori", "noi siamo Cynster, siamo invincibili", "qunando una signora chiama, un Cynster deve rispondere", "noi Cynster siamo guerrieri e ce ne infischiamo delle regole"...ma veramente?! ma non vi sentite neanche un po' ridicoli?! Al di là del fatto che si pecca un po' di superbia, ma poi 'sti sei ragazzi hanno ragione di esistere solo come unica entità? non ce l'hanno una personalità distinta?! Io ogni volta che leggevo noi Cynster... ridevo per l'imbarazzo.
Queste frasi e l'incapacita che Vane ha di rivolgersi o riferirsi agli altri, se non chiamandoli "il nostro amico", "mio giovane amico", "amico mio", o anche "vecchio mio" (che però è una locuzione più presente sulla bocca di Devil in The devil's bride; dev'essere una deviazione di famiglia), hanno rovinato irreparabilmente tutta la storia.

Adesso lasciamo stare che le trame di questa serie sembrerebbero essere tutte uguali e che i personaggi, se non fosse per il nome, sarebbero intercambiabili, prendiamo questo romanzo come a sé stante: fosse stato sviluppato meglio e senza tutte queste frasi ridicole, non sarebbe stato così male, sicuramente il migliore di quelli che ho letto dell'autrice (che sono tre, quindi neanche tanti); Vane nella prima metà del romanzo non mi è dispiaciuto ma poi nella seconda parte degenera.
Patience ha dei comportamenti che mi risulta tutt'ora difficile comprendere: all'inizio, non si sa per quale arcano motivo, odia Vane, e v'assicuro che il disgraziato non aveva fatto proprio niente, anzi era stato pure molto gentile; poi capisce che in realtà non è questo scapestrato che aveva immaginato (e le basi su cui ha sviluppato questa idea non ci sono, perché la storia nella prima parte è ambientata in campagna dove nessuno, se non Minnie, conosceva Vane), gli chiede scusa e da lì scoppia l'idillio.
Quando lui le propone di sposarsi, lei se la tira e rifiuta (e va beh, mi sta bene, anzi preferisco le storie in cui la donna si fa desiderare invece che cedersi a braccia aperte) e la motivazione è che lei si vuole sposare per amore; decide quindi di aspettare che lui capisca che, perché lei accetti, le deve dire che è innamorato (e va bene pure questo) ma ad un certo punto lui le dice, testuali parole, "non esiste donna al mondo che potrei mai amare così" e lei lo rifiuta ancora: ma allora che te deve dì?!

Quello che vi posso dare quasi per certo è che qui non è un problema di traduzione, io il primo della serie l'ho letto in inglese e vi assicuro, e sarà una delle poche volte che lo affermo, l'edizione italiana, i romanzi di questa serie, li migliora.




Buona lettura!



M.E.G.





Serie La Famiglia Cynster: 1. La sposa del diavolo (Devil, Honoria)
                                                 2. L'amore di Vane (Vane, Patience)
                                                 3. La donna dello scandalo (Scandal, Catriona)
                                                 4. La proposta di Felicity (Demon, Felicity)
                                                 5. Un velo sul cuore (Gabriel, Alathea)
                                                 6. Maestro di passione (Lucifer, Phyllida)
                                                 7. Innamorarsi all'altare (Gyles, Francesca)
                                                 8. La promessa di un bacio (Sebastian, Helena - genitori di Devil e Richard
                                                 9. Il conte misterioso (Amanda, Martin)
                                               10. Incontro all'alba (Amelia, Lucien)
                                               11. L'amante perfetto (Simon, Portia)
                                               12. La voce del desiderio (Michael, Caroline - fratello di Honoria)
                                               13. La verità sull'amore (Gerrard, Jacqueline)
                                               14. Un amore troppo prezioso (Dillon, Priscilla - fratello di Felicity)
                                               15. Il sapore dell'innocenza (Charlie, Sarah - fratello di Alathea)
                                               16. La strada del cuore (Barnaby, Penelope - sorella di Portia)
                                               17. Quando si cede alla tentazione (Jonas, Emily - fratello di Phyllida)
                                               
  (La trilogia delle sorelle Cynster  :     18. Viscount Breckenridge to the rescue (Heather, Timothy)
    - sorelle di Gabriel e Lucifer)       19. In pursuit of miss Eliza Cynster (Eliza, Jeremy)
                                         20. The capture of the Earl of Glencrae (Angelica, Dominic)
  (Il duo delle sorelle Cynster -       :     21. And then she fell (Henrietta, James)
  sorelle di Tolly, Amanda, Amelia      22. The taming of Ryder Cavanaugh (Mary, Ryder)
   e Simon)
  


Io una serie così lunga non l'ho vista mai, comunque ho messo fra parentesi tutte le, altrimenti poco ovvie, parentele.




No comments:

Post a Comment