Wednesday, 10 July 2013

Commento: Because You're Mine / Perché Sei Mia (serie Capitol Theatre)



Autore: Lisa Kleypas
Titolo Originale: Because You're Mine
Titolo Italiano: Perché Sei Mia
Anno Pubblicazione: 1997 

Genere: Romance
Ambientazione: Inghilterra, regency / età vittoriana
Serie: 2° di Capitol Theatre 


Giudizio: 91/2






Lisa è sempre Lisa, non c'è niente da fare, io l'adoro e ogni volta mi meraviglio dei personaggi che crea, compreso in questo caso; non credo proprio la si possa accusare di dare vita e forma a contesti monotoni o troppo visti.


Ecco, a me è venuto in mente sempre Stage Beauty ed in particolare questa scena; peraltro non c'entra molto con il libro, se non per il fatto che si parla di teatro a Londra (vi sono circa due secoli di differenza, la protagonista del romanzo non ha particolari inclinazioni recitative e il progonista non ha alcun tipo di dubbio sulla sua sessualità...), però insomma me l'ha ricordato e, dato che lo trovo un film molto bello, ve lo consiglio nel caso non l'aveste visto.






Madeline è la minore delle tre figlie dei Visconti Matthews, i quali appartengono a quella parte, cospicua, di nobili con la puzza sotto il naso e con un'idea di classe ben chiara: chi non possiede un titolo nobiliare vale a poco niente e va tenuto molto alla larga.
Dopo aver organizzato ed accasato le due figlie più grandi con dei matrimoni molto convenienti, ora è il turno di Madeline che, essendo una giovane con un forte istinto di ribellione, cerca di sottrarsi in tutti i modi all'unione, fortemente voluta dai genitori, con l'attempato e anche abbastanza viscido Conte Clifton.
Scervellandosi per trovare la soluzione per fuggire il penoso matrimonio, Madeline ha un'epifania quando, affascinata, vede la miniatura dell'attore più famoso ed in voga di Londra, Logan Scott; la sua fama di dissoluto lo precede e la giovane Matthews decide che la soluzione migliore è di farsi rovinare, così da precludersi il matrimonio; il bel attore è perfetto per il ruolo, quello che cerca infatti è un'unica notte di passione (della serie "una botta e via" per capirci) e l'uomo è famoso per questo genere di menage.

Organizzato un piano per non farsi scoprire dai genitori, si reca a Londra al Capitol Theatre, di proprietà dell'attore, e sotto mentite spoglie cerca di farsi assumere in qualità di tuttofare; il problema si presenta quando inaspettatamente Logan dichiara fermamente di non volerla nel suo teatro e quando Madaline gli spiega senza mezzi termini quello che cerca, l'uomo rimane esterrefatto ma anche affascinato dal carattere così diretto e sfacciato della giovane che, nonostante i continui rifiuti e con qualche aiuto dagli altri dipendenti del teatro, impone la sua presenza nella compagnia, diventanto poco a poco una presenza di cui Logan non può più fare a meno, ma soprattutto è la passione e l'affetto che lo avvolge ogni volta che la vede (e anche quando non la vede) che gli fa capire di volerla con sé.

Quando Madeline comprende di ricambiare i sentimenti dell'inizialmente restio Logan, si presenta il problema di dovergli rivelare la sua vera identità e, data l'affermata antipatia che lui prova verso i nobili e verso le bugie, la situazione non si prospetta nel migliore dei modi; ma non sarà l'unico dramma che si presenterà sulla loro strada mettendo la loro relazione a repentaglio...






La storia mi è piaciuta molto e, come ho già detto, i personaggi mi hanno lasciano a bocca aperta; non ho ancora letto un romanzo dell'autrice in cui non abbia ammirato la sua l'inventiva e la sua capacità di organizzare il tutto con eccezionale maestria.
Trovo splendida l'idea di ambientare la storia nel contesto del tetro inglese, con tutto ciò che concerne.
I personaggi sono molto buoni, soprattutto Logan che spesso risulta essere veramente duro nelle sue reazioni, nell'affrontare i propri sentimenti e i tradimenti; nella prima parte del romanzo, per certi aspetti si sente molto la differenza d'età tra i due protagonisti, lei specialmente all'inizio si comporta in maniera infantile ed impulsiva (spinta anche del futuro drammatico che le si prospetta), lui al contrario a volte è fin troppo impostato e frettoloso nei giudizi; con l'andamento della storia è evidente la crescita di entrambi, chi prima chi dopo e questo sviluppo da parte di entrambi mi è piaciuto parecchio.

Insomma ve lo consiglio, come finora ho consigliato tutti i romanzi dell'autrice, è una storia con caratteri particolari ed emozionanti (come solo la Kleypas sa essere)!


Buona lettura!


M.E.G.






Serie Capitol Theatre: 1. Voglio ritrovarti (Julia, Damon)
                                    2. Perché sei mia (Logan, Madeline)
                                    3. I will - racconto (Andrew, Caroline)






No comments:

Post a Comment