Saturday, 6 July 2013

Commento: How The Marquess Was Won (serie Pennyroyal Green)


Autore: Julie Anne Long
Titolo Originale: How The Marquess Was Won
Titolo Italiano:  (inedito in Italia)
Anno di Pubblicazione: 2012
 
Genere: Romance
Ambientazione: Inghilterra, Regency
Serie: 6° della serie Pennyroyal Green


Giudizio: 8/10





(To read the review in English click here)


Secondo me l'autrice deve un po' perfezionare gli inizi dei suoi romanzi: ho l'impressione, almeno per ciò che ho letto finora, che le prime parti delle storie abbiano come fattore comune un aspetto poco accattivante, quasi riempitivo (dove più dove meno, chiaramente); a onor del vero c'è anche da dire che una volta che la storia decolla, l'insoddisfazione inziale viene offuscata, l'intreccio diventa più interessante, più scorrevole, più emozionante e certamente più affascinante.

How the marquess was won è un buon romanzo, quello che rimane impresso dello stile della Long è l'ironia che permea i suoi romanzi: diversa da quella della Quinn, composta e più subliminale, diversa da quella prorompente e comica della MacGregor o di quella sfrontata della Hunter; l'autrice della Pennyroyal Green descrive pensieri e situazioni imbarazzanti e tragicomiche che risultano dilettevoli e spiritose.



Phoebe Vale, nonostante la sua giovane età, è un'insegnate con una impressionante cultura e una ragguardevole predisposizione per le lingue straniere; cresciuta in un contesto non particolarmente facile, ora conduce una vita, seppur solitaria, comunque appagante: insegna in una rinomata scuola, ha un ottimo rapporto con le sue allieve e ha in progetto di coronare, in breve tempo, il suo sogno di trasferirsi in Africa e continuare lì il suo lavoro. Phoebe non si può tuttavia definire una ragazza tranquilla, di indole irrequieta ed impertinente, possiede un mente sveglia, pronta e una lingua tagliente e quando si trova nello stesso negozio con il famigerato "Lord Ice", Julian Spenser, Marchese Dryden, diviene involontariamente il soggetto di una scommessa fra il suddetto lord e il visconte Waterburn:
quest'ultimo è convinto che Dryden non riuscirebbe a rubare un bacio alla giovane insegnante.

Julian rivede la ragazza il giorno stesso perché interessato a far studiare sua nipote nella sua scuola ed è in questa occasione che Phoebe, risentita per la scommessa di cui lei sarebbe protagonista e che ha involontariamente sentito poco prima, tira fuori gli artigli, soprendendo il marchese che rimane colpito ed incantato dalla cultura, dall'arguzia e dalla sfrontatezza della giovane donna.

Quando inaspettatamente la rivede a casa dei Redmond, dopo non aver mai smesso di pensare a lei, in qualità di dama di compagnia della ragazza che deve sposare: la capricciosa, egocentrica e fin troppo autoreferenziale Lisabeth, il bel marchese non riesce a resistere alla passione e all'attrazione che prova verso quella ragazza stimolante, imprevedibile e provocante con cui riesce ad aprirsi e rivelarsi come mai con nessuno prima di lei.





Lisabeth è odiosa ma ho capito che la maggior parte dei Redmond lo sono (fatta eccezione per la prole) fortuna gli Eversea che sono tutti di gran lunga migliori; Waterburn è un altro insopportabile, ma le peggiori (questo è uno spoiler) sono le gemelle del cavolo Silverton.
Julian mi è piaciuto, magari poteva essere più lungimirante per certi aspetti, ma nella storia fa tutto brodo; Phoebe è un bel personaggio e devo dire che ho provato una gran soddisfazione quando (questo è un altro spoiler) se ne va a testa alta dopo essere stata umiliata da un ton che aveva dimostrato tutta la sua semplicità d'animo.

Merita una lode il gatto di Phoebe, Charybdis, che più che un micetto è una belva feroce: è stato divertentissimo immaginarsi la scena/battaglia tra lui e Julian, il quale era andato a recuperarlo nella bolgia londinese.

Dei tre romanzi della serie che ho letto, questo è quello che di più ci dà accenni sulla drammatica e mai finita, storia d'amore tra Lyon Redmond e Olivia Eversea, storia di cui non vedo l'ora di leggere il lieto fine (ma che non si sa quando arriverà).

Buona lettura!

M.E.G.




Serie Pennyroyal Green: 1. The perils of pleasure (Colin Eversea & Madeleine)
                                       2. Like no other lover (Miles Redmond & Cynthia)
                                       3. Since the surrender (Chase Eversea & Rosalind)
                                       4. I kissed an earl (Violet Redmond & Asher)
                                       5. What I did for a duke (Genevieve Eversea & Alexander)
                                       6. How the marquess was won (Julian & Phoebe - dama di compagnia di Lisabeth Redmond)
                                       7. A notorious countess confesses (Evie & Adam Sylvaine - cugino degli Eversea)                                        8. It happened one midnight (Jonathan Redmond & Thomasina)
                                       9. Between the Devil and Ian Eversea (Ian Eversea & Tansy)
                                      10. ( ... )
                                   
La bibliografia di Julie Anne Long




No comments:

Post a Comment