Saturday, 27 July 2013

Commento: One Night With A Prince (serie The Royal Brotherhood)


Autore: Sabrina Jeffries
Titolo Originale:
One Night With A Prince 
Titolo Italiano: Una notte con il principe  (non disponibile)
Anno Pubblicazione: 2005

Genere: Romance
Ambientazione: Inghilterra, regency
Serie: 3° della serie The Royal Brotherhood
          


Giudizio:  91/2/10





Adoro la Jeffries sempre di più ad ogni suo libro che leggo, per molti aspetti mi ricorda la Kleypas (compresa la dote che io tanto lodo, di saper creare dei personaggi molto completi e particolari).
Prima di cominciare il romanzo e dopo aver letto la trama devo essere onesta, non ero particolarmente lanciata, mi era sembrata una storia fin troppo già vista e quindi la lettura è andata avanti con questo pensiero per circa una ventina di pagine; c'è da dire che comunque, come ho già detto, io apprezzo moltissimo lo stile della Jeffries e quindi nonostante le "remore" ho continuato, anche perché la storia cominciava a prendermi...e infatti in poco tempo mi ha catturata completamente. Gavin e Christabel sono due personaggi bellissimi, la storia mi è piaciuta tantissimo e lo svolgimento ancora di più.



Gavin Byrne è uno dei figli illegittimi del principe Giorgio (futuro re Giorgio IV), tuttavia contrariamente agli altri suoi due fratellastri, con i quali Gavin ha un rapporto molto stretto, non gli è mai stato riconosciuto niente e, al contrario, ha vissuto un'infanzia tutt'altro che semplice, che si è solo complicata con la perdita dell'amata madre in un incendio. Tuttavia Byrne che è un uomo fiero, ostinato e con pochi scrupoli è riuscito dal niente, a creare un patrimonio, facendo fruttare la sua abilità con le carte e con i giochi d'azzardo, tanto da essere ora il proprietario di una delle più importanti case da gioco londinesi.

Dopo un precedente primo incontro a dir poco turbolento, rivede la bella Lady Christabel, Marchesa di Haversham ed ora vedova.

Lincontro non è casuale; Christabel infatti, cercando di mettere da parte i vecchi rancori, chiede aiuto a Gavin per recuperare delle lettere che, se rese pubbliche, metterebbero in pericolo la vita e la reputazione di molte persone, compresa quella di suo padre, un decorato e valoroso generale inglese, e del padre di Gavin.
Byrne, grazie alla sua fama e alla sua maestria, è infatti uno degli abituali partecipanti del torneo di Whist (un gioco di carte particolarmente in voga al tempo), ospitato a casa del famigerato e di dubbia virtù Lord Stokely ed è proprio quest'ultimo che possiede le lettere, vendutegli segretamente dal defunto marito di Christabel nel tentativo di ripagare i suoi esorbitanti debiti di gioco.
Gavin accetta, incuriosito dalla misteriosa proprietà che la Marchesa deve recuperare, ma data l'entità spesso licenziosa del torneo, le propone, ai fini di guadagnare un invito anche per Christabel (ma non solo per quello...), di farsi passare per la sua amante.

Gavin è da subito attratto dalla donna che nonostante il suo titolo non si trova a suo agio in società, è catturato dal suo fervore, dalla sua lealtà e dalla sua ostinatezza, motivo per il quale è intenzionato a non fermarsi a mantenere solo la parvenza di amanti; Christabel dal canto suo è irremovibile e nonostante abbia accettato il piano del bel Byrne gli chiarisce sin da subito che non c'è alcuna possibilità di rendere il loro rapporto realmente intimo...tuttavia il fascino di Gavin e la sua determinazione non sono da sottovalutare e Christabel lo sa bene. 




La storia è molto affascinante, mi è piaciuta tantissimo la scelta di ambientare gran parte del romanzo sullo sfondo di questo grande torneo di carte, con tutto quello che concerne, rivalità, regole e via dicendo.
La gelosie che sono presenti da parte di molti sono un arricchimento non indifferente: Gavin non si è fatto di certo mancare delle amanti in passato, motivo per cui, al torneo, un po' per caso un po' di proposito, sono state invitate ben quattro delle sue ex. Dall'altra parte lui prova una gelosia rampante verso le attenzioni che Lord Stokely palesa, senza tanti preamboli e senza alcun riguardo verso il suo amico, nei confronti di Christabel.

Insomma tutto l'intreccio è veramente molto accattivante e nonostante il mio iniziale, e aggiungerei infondato, "scetticismo" verso la trama, devo dire che la Jeffries si è dimostrata più che all'altezza dei suoi precedenti da me letti romanzi (che ho adorato).


Buona lettura!



M.E.G.




Serie The Royal Brotherhood: 1. In the prince's bed (Alec, Katherine)
                                                 2. To pleasure a prince (Marcus, Regina)
                                                 3. One night with a prince (Gavin, Christabel)
                                                         

La bibliografia di Sabrina Jeffires




No comments:

Post a Comment