Friday, 16 August 2013

Commento: Sugar Daddy (serie Travis)


Autore: Lisa Kleypas
Titolo Originale: Sugar Daddy
Titolo Italiano: Sugar Daddy
Anno Pubblicazione: 2007

Genere: Romance
Ambientazione: Texas, contemporaneo
Serie: 1° della serie Travis


Giudizio: 10






(Soon the review in English)


Oh mio Dio quanto amo Lisa Kleypas!!! E', senza rivali, la mia autrice preferita di Historical Romance, motivo per cui, io che non ho una gran predilezione per i rosa contemporanei, ho pensato che l'unica a cui avrei potuto dare una chance in questo sotto genere è proprio la Kleypas...e così ho finalmente deciso di fare (con somma gioia di J.J.P. aggiungerei).
C'è più di un motivo per cui ho scelto proprio Sugar Daddy: io non sopporto le storie in cui sono tutti troppo perfetti, questo mondo è fatto prevalentemente di persone normali, che fanno lavori normali (se li trovano), che non hanno studiato e che di certo non sono i più ricchi e potenti del circondario alla tenera età di venticinque anni, raccontiamo pure un po' di questi no?! no perché altrimenti sembra che il lieto "fine" se lo meritino solo quelli con l'aereo privato...
A questo punto si potrebbe dire che trattandosi di un romanzo, il risultato è per forza di cose, a volte, inverosimile o irreale...no, non sono d'accordo, queste storie prendono spunto dalla vita reale e cercano di ricrearla nel modo più fedele possibile ed è per questo che sono convinta che alla gente piaccia leggere anche di questo e in un certo senso immedesimarcisi o sperare di farlo, a questo punto mi chiedo: sono io che non c'ho capito niente o negli USA i ricconi affascinanti crescono come funghi?...non credo proprio.
Adoro l'ambientazione, nonostante non ci sia mai stata, ho avuto sempre una predilezione viscerale per gli stati del sud USA.

ECCO dopo questa filippica tornerei a Sugar Daddy: chiariamo subito che di certo i Travis non sono dei poracci, ma non sono neanche esattamente i protagonisti di questo romanzo, qui il punto focale è Liberty Jones e la sua vita e io l'ho amata follemente, per come è, per cosa ha dovuto vivere, per come ha affrontato le sconfitte e i colpi bassi della vita e per come ha gioito delle sue vittorie ma soprattutto perché è una ragazza che ognuno di noi potrebbe incontrare. 





Liberty Jones è una ragazza timida ed introversa che, alcuni tempi dopo la morte del padre, si trasferisce con la mamma a Welcome, in Texas. E' qui che conosce il bellissimo ma problematico Hardy Cates e per l'adolescente Liberty è subito amore. Tra i due nasce una rapporto molto profondo che negli anni si solidificherà sempre di più nonostante gli alti e bassi. Hardy è da sempre fermamente deciso ad andarsene appena possibile da Welcome per cercare foruna e quando infine parte, Liberty sente un vuoto incolmabile, continuerà a volere Hardy senza riuscire mai ad abbandonare il desiderio e il sogno del loro amore.
Gli anni passano e purtroppo la vita di Liberty viene segnata da un drammatico incidente che la lascia da sola ad occuparsi della sua sorellina di due anni (nata dalla relazione della madre con il suo compagno); decide quindi di trasferirsi a Huston in cerca di un buon lavoro e di altre possibilità e la sua occasione arriva quando viene ammessa ad una scuola per parrucchieri che le dà poi la possibilità di lavorare in un rinomato salone dove conosce Churchill Travis: il vero punto di svolta della sua vita.
Ciò che non si aspetta è di rincontrare Hardy che dopo aver fatto fortuna è deciso a finalmente coronare il loro amore, purtroppo però nella vita di Liberty sono entrate altre persone che ora le rendono difficile prendere una scelta e realizzare quello che per tanto tempo è stato il suo sogno.



Io adoro lo stile della Kleypas che qui decide di raccontare in prima persona ma il vero punto forte di questo romanzo è l'aspetto temporale della storia: ho trovato magnifica l'idea di percorrere tutta la vita di Liberty, da quando, a soli quattro anni, perde il padre in un incidente sul lavoro, al trasferimento in una piccola cittadina del Texas con sua madre (che non supererà mai la morte del marito, regalandoci delle scene estremamente toccanti), la conoscenza e l'evoluzione del rapporto con Hardy (l'amore della sua adolescenza e non solo), il loro distacco, la nascita della sorellina più piccola Carrington, la tragica morte dell'amata madre in un incidente stradale e tutto quello che ha comportato nella sua vita, le ristrettezze economiche, la necessità di mantenere non solo lei ma anche l'adorata piccola Carrington, il lavoro da parrucchiera, l'incontro con Churchill Travis e il loro rapporto, l'amore con Gage e il ritorno inaspettato e problematico di Hardy che è deciso a reclamarla.

Fino a metà libro l'unica vera protagonista è Liberty; i Travis entrano nell'intreccio "tardi" e ahimè la bellissima storia d'amore tra Liberty e Gage è presente sono nella seconda parte.

Direi una balla se affermassi di non aver simpatizzato con praticamente tutti i personaggi di questo romanzo e ribadisco che ho adorato (e adoro) follemente Liberty. Mi sono piaciuti moltissimo sia Hardy che Gage ma ribadisco che in realtà ho apprezzato tutti, per un motivo o per un altro: Carrington, Churchill, Miss Marva, la mamma di Liberty e Carrington (santo cielo quanto ho pianto durante le scene della sua scomparsa e quelle subito successive con l'organizzazione del funerale e la solitudine), Jack, Gretchen e via dicendo.

Insomma finalmente una storia reale, emozionante, commovente, toccante e bellissima! E' ormai superfluo ma lo dico comunque, Lisa Kleypas è magnifica, scrive splendidamente e io l'adoro, anche quando si parla di romanzi contemporanei...!

Buona lettura!

M.E.G.



Serie La famiglia Travis: 1. Sugar daddy (Gage, Liberty)
                                       2. Blue-eyed devil (Haven, Hardy)
                                       3. Smooth talking stranger (Jack, Ella)
                                       4. Brown-eyed girl (Joe, Avery)






No comments:

Post a Comment